Un uomo vede un viso molto pallido alla finestra dei vicini, ecco che cosa scopre la polizia (è inquietante!)

Esistono cose che non si possono dimenticare, come nel caso del poliziotto Mark Holste, che in data 13 luglio 2005 osservò qualcosa di inquietante. Un uomo infatto chiamò la centrale perché affermò di aver visto una bimba dal viso molto pallido alla finestra della casa dei vicini. Quella casa era quasi completamente distrutta, ed era abbandonata da oramai tre anni. Il poliziotto in questione, avendo appurato la presenza di quella bambina, cominciò a fare le prime indagini del caso.

Le condizioni di quella casa in stato di completo abbandono e trascuratezza erano orrende: ragnatele, sporcizia, cibo vecchio, migliaia di scarafaggi la facevano da padroni in quello scenario orribile. La cosa più tremenda di tutte è che in quella abitazione vi era una piccolina di sei anni denutrita e con addosso solo uno sporchissimo pannolino.

Quando il poliziotto aprì la porta, la bambina ebbe una reazione incredibile: i suoi occhi si spalancarono, aprì la bocca, gattonò all’incontrario come un granchio, sino a raggiungere un angolo. Dopo aver fatto questo, avvicinò le sue ginocchia al mento, e le ginocchia le circondò con le sue braccia, proprio in quell’angolo, in cui subito dopo inziò ad emettere dei grugniti.

La piccola in questione si chiama Danielle, e a causa delle sue condizioni venne immediatamente portata in ospedale. La madre di costei venne tenuta in prigione per 26 ore, per poi ricevere gli arresti domiciliari per 2 anni e con 3 anni di libertà vigilata, ovviamente stando alla larga da sua figlia, di cui non avrebbe potuto mai più occuparsi.

Nonostante avessero già 4 figli, tutti maschi, una coppia composta da Diane e Bernie decise di prendersi cura della piccola Danielle, e oggi vive con loro. Fu adottata qualche giorno prima che compisse otto anni.

Attualmente la piccola dimostra ancora disturbi per via delle ferite profonde avute dal punto di vista psicologico. Chissà quali e quanti traumi ha subito da piccola. Adesso si cambia indumenti 7-8 volte al giorno e dimostra di avere molti disordini alimentari. Per questo motivo, i genitori adottivi hanno preso provvedimenti, chiudendo il frigorifero con il lucchetto, perché temono che altrimenti la ragazzina possa mangiare fino a farsi male. Nonostante ciò, Danielle sta decisamente meglio con la sua nuova famiglia.

Purtroppo sin da bambina ha avuto esperienze terribili, e oggi ha 15 anni ma il suo padre adottivo la descrive come “una bimba di 2 anni nel corpo di una 15enne”. Chissà se con l’affetto della sua famiglia adottiva riuscirà a crescere fino a raggiungere una condizione accettabile, mettendosi in pari o quasi con gli anni che porta anagraficamente. Ecco un video che mostra come è oggi.

loading...
CONDIVIDI SU FACEBOOK