Emilio Fede e il suo declino: “Mi hanno tolto tutto”. Ecco come vive adesso

Tutti conosciamo Emilio Fede, il quale dopo essere stato per tanti anni in Rai passa al gruppo televisivo di Silvio Berlusconi, e in tale frangente ricopre il ruolo di direttore di telegiornali come Studio Aperto e Tg4. Nell’ultimo periodo della sua permanenza a Mediaset è stato conduttore a lungo del Tg4. Ha vissuto anni d’oro come giornalista e uomo di televisione, restando sempre fedele alla linea politica di Silvio Berlusconi. Qualche anno fa però venne licenziato, e attualmente ha rivelato di vivere in condizioni economiche non agevoli come una volta.

In una intervista rilasciata al noto quotidiano “Il Tempo”, Emilio Fede ha dichiarato che ha perso molto: la casa, la macchina, l’autista ed i benefit. Adesso vive pagando un affitto ed anche le bollette dell’appartamento in cui risiede. Ma quell’appartamento gli spetterebbe di diritto come anche gli altri generi di benefit di cui godeva un tempo.

Era il 28 marzo 2012, Emilio Fede aveva appena terminato di condurre il Tg4 e si stava apprestando a raggiungere Silvio Berlusconi nella tribuna allo stadio di San Siro per un incontro del Milan. In tale frangente, Emilio Fede ha dichiarato che poco dopo alcuni dirigenti di Mediaset lo hanno avvicinato e gli hanno detto che era stato licenziato. Come mai è accaduto questo?

La questione è controversa, ma secondo Emilio Fede è stata tutta una cospirazione per eliminarlo dalle reti del biscione. I suoi accordi con Mediaset erano molto chiari: Emilio Fede, il 1° luglio 2012 sarebbe andato in pensione rimanendo però direttore editoriale di Rete 4 con tutti i benefit che ciò comportava. Ma proprio in tale periodo una lettera anonima affermava che lo stesso Fede aveva portato in Svizzera diversi milioni, e da qui è sfociato il licenziamento. Secondo Emilio Fede, colui che ha ideato questo complotto non è interno all’azienda di Mediaset, ma è un esterno. La tesi di Emilio Fede è dunque quella di essere stato vittima dell’invidia.

Emilio Fede, per l’accaduto e il licenziamento ha dichiarato di non provare rancore alcuno verso Berlusconi, che gli ha regalato una seconda giovinezza professionale, in ambito giornalistico. Fede vorrebbe essere reintegrato negli affetti della famiglia Berlusconi, quello del 2017 è stato il quarto Capodanno lontano da Arcore, quando però ad Arcore, nella residenza di Berlusconi aveva in precedenza trascorso ben 23 feste di inizio anno. Infine, chiude l’intervista affermando che con Berlusconi si è risentito con la promessa di rivedersi un giorno.

CONDIVIDI SU FACEBOOK