Accaduto In Italia, Si Tratta Di Un Fatto Tremendo. Notizia Diffusa Da Poco: Ecco Il Video

Mucche torturate, trattate malissimo, e batteri molto superiori a quanto previsto dalla legge. Carne venduta regolarmente ma che non potrebbe esserlo. Inoltre, come detto, il modo in cui gli animali venivano trattate era veramente un qualcosa di squallido. A fare luce su quanto si verificava a Ghedi, in provincia di Brescia, sono stati il programma di Santoro, ovvero Servizio Pubblico, ma anche il giornale de Il Fatto Quotidiano. A porre interesse verso la vicenda anche il Movimento 5 Stelle, e in tal senso le parole del parlamentare che emergono nel video qui appositamente propostovi, sono parole indubbiamente significative, che fanno maggiormente luce su questa vergognosa vicenda.

Da una parte il male deriva dal fatto che le mucche venivano trattate in un modo decisamente squallido, dall’altro dal fatto che quello che veniva venduto al supermercato era fuori legge. E infatti sono intervenute le autorità competenti, nel tentativo di dire la parola stop a questa incresciosa vicenda.

Una vicenda che ci fa preoccupare molto, perché potrebbe non essere l’ultimo dei casi, e anzi che non lo sia è quasi scontato, secondo molti. L’uomo spesso è egoista, pensa solo ai profitti, non si cura minimamente delle sofferenze altrui, animali inclusi. La crudeltà umana spesso non conosce limiti, e delle povere mucche trattate in quel modo rappresenta un qualcosa che non può essere assolutamente tollerato: non a caso chi di competenza dovrà prendere provvedimenti anche sulla base di ciò che le telecamere hanno mostrato.

Detto questo, per visualizzare questo video, che fa chiarezza sull’accaduto mediante le parole di un esponente in parlamento del Movimento 5 Stelle, così come grazie alle apposite immagini sotto accusa, allora non dovrete fare altro che cliccare sull’apposito tasto play: in questo modo otterrete la visione dell’apposito contenuto propostovi, un contenuto che comprensibilmente colpisce profondamente, e non è assolutamente difficile riuscire ad immaginare il perché.

CONDIVIDI SU FACEBOOK