50 anni fa questa nave si trovava ancora in mezzo al mare: ecco come appare oggi, pazzesco!

Quanto abbiamo modo di proporvi mediante le apposite immagini qui presenti, si rivela essere un qualcosa di decisamente degno di nota per degli ottimi motivi. Del resto, è a ben vedere questa la ragione per cui vi vogliamo raccontare di questo spazio abitativo così fuori dal comune. Questo spazio abitativo si trova sulle coste del lago Erie, in Ohio (Stati Uniti). E’ qualcosa di molto speciale, con anche una storia importante alle spalle.

L’abitazione in questione sorge sulle scogliere, e la prima cosa che viene in mente è che è molto strano che non si trova in acqua: è palese che qualcuno l’abbia piazzata dov’è di proposito.

Si tratta di una vera e propria nave, ed ecco di seguito una foto di come appariva negli anni trenta: era nel pieno della sua attività di navigazione, si trovava sui mari del Nord America e trasportava acciaio per conto di una famosa società. Ha iniziato a essere adoperata per trasportare acciaio a partire dal 1924.

La nave lavorava per una società di Henry Ford, e del resto è questo il motivo per cui si chiamava “Benson Ford”, dal nome del nipote di Henry. A quei tempi questa nave aveva anche una imbarcazione gemella, identica ad essa.

Nel 1981 il gruppo Ford si ridimensionò e decise di rinunciare alle sue imbarcazioni, optando per l’impiego di una flotta più piccola e moderna. Jerry e Brian Kasper (foto sottostante) decisero quindi di acquistare la nave Benson Ford.

I due, dopo essersi consultati con le rispettive famiglie presero una decisione molto importante, facendo della Benson Ford la casa vacanze dei loro sogni. Ecco quindi spiegato come mai adesso quella nave si ritrova ad essere molto più piccola e non più in acqua. Così staccarono la parte superiore del Benson Ford e la trasportarono in una piccola isola vicino alla città in cui sono nati e cresciuti i due Kasper. I vari interni della nave sono rimasti esattamente gli stessi rispetto agli anni venti e trenta, camino incluso.

C’è da dire che i due volevano in un primo momento avviare l’attività di un hotel dentro quella parte di nave. Il governo non glielo concesse, così optarono per una casa vacanze dei sogni a uso personale. Il risultato è veramente suggestivo, non c’è che dire.


CONDIVIDI SU FACEBOOK

Un dottore speciale di situazioni